• IL REPORT FRANCESE

    Dove si chiudono le moschee la vita migliora

    Sette moschee sono state chiuse perché accusate di "apologia del terrorismo, odio e discriminazione". È quanto emerge dal rapporto del ministero degli Interni francese dopo il giro di vite sui luoghi di culto a rischio jihadismo. E i risultati ci sono. Infatti l'intelligence nota un profondo cambiamento nei quartieri dove le moschee sono state chiuse.

    • TEMPI MODERNI

    Capracavolismo, l'evoluzione eretica (e goffa) del buonismo

    Combattere l'Isis, ma senza armi; Lotta all'immigrazione incontrollata, però non chiudere i porti; Giusto differenziare i sessi, purché non si attribuiscano ruoli specifici; Sfera Ebbasta? Dannoso, ma niente censura. Il buonismo va in pensione e lascia il posto al Capracavolismo, sua degenerazione eretica. Nel tentativo goffo di salvare buoni sentimenti e realismo per raccogliere consensi ovunque, fra razionali ed emotivi, fra destra e sinistra, fra tradizionalisti e modernisti.

    • IL MAESTRO DI FOLIGNO

    La Memoria che serve e le pagliacciate da evitare

    Due settimane dopo la Giornata della Memoria un maestro organizza un esperimento antirazzista ma la sua simulazione finisce per offendere un bimbo di colore. I giornaloni gridano contro “l’era salviniana” fino a quando non si scoprono le idee (di sinistra) dell’insegnante. In tutta la vicenda c’è un aspetto che nessuno ha avuto il coraggio di sottolineare: la memoria è utile ma l’eccesso di iniziative rischia di causare l’effetto contrario a quello voluto.

    • SPAGNA

    Valle dei caduti, l'obiettivo è colpire il cristianesimo

    Il governo Sanchez è caduto, ma si prosegue nella profanazione della tomba di Franco trasferendo i suoi resti dalla Valle dei Caduti. Con la solita e falsa retorica. In realtà il mausoleo ospita i caduti di entrambe le fazioni della guerra civile. Ma ciò che si nasconde dietro questa operazione è la guerra che la Spagna ha dichiarato al cristianesimo.

    • IL CASO

    A Caravaggio vietato pregare per Formigoni

    In vista della sentenza della Cassazione, un gruppo di amici si trova al Santuario di Caravaggio per pregare per l'ex governatore della Lombardia Formigoni. Ma la direzione del Santuario non gradisce e si dissocia. Lo stesso Santuario che tre mesi fa aveva aperto le porte ai gruppi Lgbt.

    • IDEOLOGIA TRANS

    «Gli uomini non sono donne» Twitter blocca la femminista

    Meghan Murphy è una scrittrice femminista, ora in prima linea per affermare il diritto alla libertà d’espressione. Perché? Non le è andato giù il blocco che Twitter ha disposto del suo account dopo che aveva osato riferirsi al sedicente transessuale Jonathan “Jessica” Yaniv con il pronome maschile, scrivendo inoltre che «gli uomini non sono donne».

    • L'INTERVISTA

    "Processare Salvini? Crisi tra Giustizia e sovranità popolare"

    "Salvini a processo? Evitare un conflitto fra Giustizia e Sovranità popolare". Il giudice Mario Cicala mette in guardia la magistratura sullo scontro tra toghe e ministro degli Interni: "Siamo di fronte a qualcosa di nuovo: una lacerazione con il tessuto connettivo del Paese". Come uscirne? "Il Parlamento può rifiutare di procedere perché ha agito nell'interesse preminente dello Stato". Un precedente c'è e riguarda D'Alema sui bombardamenti in Serbia. La posta in gioco è la politica futura in materia di immigrazione. 

    • INTERVISTA A DON DI NOTO

    “I preti che abusano hanno tendenze omosessuali”

    Intervista sulla pedofilia al sacerdote fondatore di Meter alla vigilia del vertice in Vaticano: «Fenomeno esteso nel mondo e nella società, con la connivenza dei colossi del web». E sulla Chiesa ricorda che gli abusi sono commessi soprattutto su adolescenti da persone «con spiccate tendenze omosessuali».

    • POLITICAMENTE CORRETTO

    Gli immigrazionisti e i finti necrologi per “sensibilizzare”

    A San Paolo, comune in provincia di Brescia, qualcuno ha pensato di “sensibilizzare” la cittadinanza sul problema degli immigrati affiggendo, davanti alla chiesa e alla scuola, decine di finti necrologi di bambini e giovani. Il sindaco non ha gradito la goliardata, spiegando che «parecchi cittadini, dato che i cognomi erano di San Paolo, si sono anche spaventati».

    • BERGAMO

    2 papà, una bambina: ombre sul candidato sindaco 5 stelle

    Il candidato sindaco 5 Stelle di Bergamo Nicholas Anesa non fa mistero di avere insieme al convivente una bambina. Ma tace sul ricorso all'utero in affitto. E soprattutto su chi sia la madre della piccola e a quale titolo parli di due papà. Eppure gli indizi portano a una clinica californiana considerata il "paradiso" della maternità surrogata. Un silenzio che si unisce a quello della "bianca" Bergamo, che non sembra neppure interrogarsi. 

    • SACRILEGI

    “Cristo Lgbt”: quando manca l’arte, c’è la blasfemia

    Giuseppe Veneziano raffigura un Cristo in croce con tanto di slip leopardati e un cartiglio sul palo della croce con su scritto “LGBT” al posto dell’usuale INRI. L’autore della tela gravemente blasfema parla di “arte” ma dimentica che compito dell’arte è comunicare il bello. Sono decenni che gli “artisti” a corto di idee si rifugiano nello scandalo sperando che in tal modo qualcuno parli di loro.

    • IL VINCITORE DI SANREMO

    Mahmood, tempesta perfetta per ripulire la "maledetta" trap

    L'inevitabile teatrino politico sul vincitore di Sanremo: immigrato-integrato, che strizza l'occhio ai gay, che parla di famiglie non tradizionali. Una manna per la Sinistra radical chic e i giornalisti à la page in perenne ricerca di un salvatore della patria da opporre a quel mostro di Salvini. Ma dietro c'è il "capolavoro" dei producer di musica trap, i quali sono riusciti a sdoganare il genere maledetto portandolo sul rassicurante conformismo mainstream. Per dimenticare Corinaldo.