• TRUMP-NOMICS

    Usa: record dell'occupazione, perché si pagano meno tasse

    L’economia Usa batte un nuovo record. Il tasso di disoccupazione in America è sceso al 3,7% a settembre secondo i dati resi noti dal Dipartimento del Lavoro. In tutto, solo sei milioni di persone nell'intera Unione sono senza lavoro. Era dal 1969 che non si registrava una disoccupazione così bassa. La causa? Il taglio delle tasse.

    • NORDHAUS E ROMER

    Due Nobel per l'economia verde, un "mistero buffo"

    L’accademia reale svedese delle scienze ha conferito il premio Nobel per l’economia a due americani per i loro studi su scienza-economia-ambiente. I due “scienziati” sono William Nordhaus e Paul Romer. I motivi sono molto ideologici e si rifanno a quel modello di sviluppo, denatalista ed ecologista, che è la vera causa dell'attuale crisi.

    • L'INTERVISTA

    Muller: Papa risponda a Viganò, serve riconciliazione

    In un'intervista a 360° a EWTN, il cardinal Muller ha chiesto al Papa di "riconciliarsi con Viganò e di rispondere". Ancora conferme sull'inchiesta stoppata su O'Connor, poi un preciso j'accuse: "Il problema di questo pontificato sono i cosiddetti amici". 

    • LIBERO COMMERCIO IN AMERICA

    Il Nafta è morto. Lunga vita al ... Nafta. Nasce l'Usmca

    Raggiunto, dai governi, il nuovo accordo di libero scambio nel Nord America. Stipulato per la prima volta nel 1994 con il nome di Nafta, ora rinasce come Usmca (Us-Mexico-Canada Agreement) e i parlamenti dovranno ratificarlo entro il 30 novembre. Il protezionismo di Trump? Solo un espediente, per ottenere un mercato più libero.

    • MANOVRA FINANZIARIA

    Fare più deficit? Risposta sbagliata a problemi reali

    Nel preparare la finanziaria, i partiti di governo, Lega e Movimento 5 Stelle, si stanno scontrando con il ministro Tria perché vogliono alzare il livello di deficit pubblico, per poter spendere di più, trovare i soldi necessari ad avviare le riforme promesse. Ma è la risposta sbagliata a problemi reali. 

    • JIHAD FINANZIARIA

    Il Qatar "si compra" anche la Germania. C'è chi dice No

    Il Qatar sta puntando alla Germania con un grande piano di investimenti finanziari. L'Organizzazione araba per i diritti umani in Gran Bretagna e in Europa lancia l'allarme: sono petroldollari insanguinati. Abdullah bin Khalid al-Thani, l'ex ministro dell'interno del Qatar, che sarà in Germania, ha un passato di legami oscuti col terrorismo.

    • CRISI

    Grecia, il naufragio continua anche dopo la Troika

    Fine dei programmi di aiuto internazionale per la Grecia. In parole povere, Atene dà il suo addio alla Troika. Ma l'economia è ancora in grave crisi. La Grecia di oggi appare come quel naufrago che, in mezzo al mare, vede la terra in lontananza ma non sa ancora se riuscirà a raggiungerla. Molto dipenderà dal governo Tsipras.

    • NAZIONALIZZARE LE AUTOSTRADE?

    Tragedia di Genova: la politica dà la risposta sbagliata

    La linea è stata dettata dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Avvieremo la procedura per la revoca della concessione ad Autostrade”. Il governo punta a una nazionalizzazione. Ma sarebbe la panacea di tutti i mali? Assolutamente no. Nessuno, infatti, può dimostrare che le strade pubbliche siano più sicure o sottoposte a una miglior manutenzione. E dall'anno della privatizzazione, la sicurezza è generalmente migliorata. Cercare un responsabile del crollo del ponte Morandi di Genova è doveroso, dar la colpa alle privatizzazioni e nazionalizzare non è la soluzione.
    -SCIACALLAGGIO E SILENZI di Andrea Zambrano

    • CRISI DELLA TURCHIA

    "Loro hanno i dollari, noi Allah". E la lira turca crollò

    La crisi valutaria peggiore: la lira turca collassa perdendo il 14% in un solo giorno. E’ una crisi che preoccupa l’Europa e anche l’Italia, esposta come paese creditore. Ed è il segnale che il sistema economico di Erdogan sta mostrando la corda.

    • IL RAPPORTO SVIMEZ

    Il divario tra nord e sud colpisce la famiglia

    L’analisi del Rapporto Svimez parla chiaro: nel Mezzogiorno un cittadino su due a rischio di povertà. Raddoppiate rispetto al 2010 le famiglie a rischio povertà ed esclusione sociale, a causa del livello di retribuzione troppo basso. Un fenomeno talmente esteso da aver dato vita ad una vera e propria categoria, quella dei “working poor”, i “lavoratori poveri”. 

    • USA

    Gli Usa crescono del 4,1%. Trump smentisce i "guru"

    Il tasso di crescita degli Stati Uniti è arrivato al 4,1%. Il presidente Trump lo aveva promesso in campagna elettorale. Ma gli economisti gli avevano letteralmente riso dietro. Ecco cosa dicevano (ed ecco perché i "guru" vanno presi con le molle, anche da noi).

    • LAVORO

    "Voglio fare il posto fisso", le non-ambizioni degli italiani

    Un sondaggio rivela che gli italiani ambiscono soprattutto a fare l'impiegato pubblico, indipendentemente dalla professione. L'aspirazione maggiore è quella di un posto fisso con stipendio sicuro. Comprensibile per i tempi che corrono. Ma il quadro è preoccupante, perché vuol dire che lo spirito di iniziativa lascia il posto alla rendita.