• POLITICA E FINANZA

    Le mani del governo su Bankitalia.

    Su Bankitalia, Salvini e Di Maio sono d'accordo: vogliono un pieno ricambio dei vertici, imputando loro la mancata vigilanza e prevenzione dei recenti disastri bancari. Ma il ministro Tria (Economia) frena. Il timore è che i vicepremier vogliano uomini di Bankitalia che accettino tutte le loro politiche, anche quelle più irresponsabili.

    • DAL VIRTUALE AL REALE

    Licenziati per aver usato (male) i social network

    La Cassazione ha confermato il licenziamento per giusta causa di una donna che, durante l'orario di lavoro, navigava sempre su Facebook. E non è l'unico caso: messaggi sbagliati, su Facebook, ma anche su Whatsapp, possono portare al licenziamento. Cambia il diritto del lavoro, l'identità virtuale pesa sempre di più sulla vita reale.

    • PSICHEDELIA

    Davos sdogana la droga: bentornati nel Mondo Nuovo

    Dal forum invernale di Davos esce sdoganato il commercio della cannabis. Fra i promotori, Israele e Canada sono all'avanguardia nella produzione e nella vendita. Ma una sessione dedicata agli allucinogeni studia il modo di legalizzarli per scopi medici. Ricorda qualcosa? Il futuro da incubo sognato dallo scrittore Aldous Huxley (Il Mondo Nuovo).

    • INTERVISTA: EMILIO COLOMBO

    Non sparate sul franco CFA. E' solo una moneta africana

    Le accuse del vicepremier Di Maio alla Francia continuano a scaldare gli animi degli italiani (e anche dei nostri lettori). Ma è vero che la Francia sta conducendo in Africa una politica neocoloniale, attraverso la valuta del franco CFA? L'accusa non ha senso, come spiega alla NBQ Emilio Colombo, professore di Economia Politica all'Università Cattolica di Milano.

    • IL CASO

    Apple e Amazon, la tecnologia "democratica" non esiste

    La complicità di Apple con il regime cinese per conquistare fette di mercato (progetto oltretutto fallito), la distruzione di tonnellate di oggetti nuovi da parte di Amazon per non pagare il magazzino: la dimostrazione che, dietro la maschera del progressismo, si celano scelte che sono solo economiche.

    • REDDITO DI CITTADINANZA

    Fine del lavoro? Solo per Casaleggio associati

    Un nuovo video di Casaleggio prevede che la robotizzazione della società porterà, entro il 2054, alla fine del lavoro. Una profezia oscura che serve a giustificare l'introduzione del reddito di cittadinanza. Ma sarà così? La realtà suggerisce l'opposto: le società con più robot creano anche più posti di lavoro e salari più alti.

    • DI MAIO E LA REALTA'

    Siamo vicini alla recessione. E c'è chi parla di "boom"

    I dati Istat sono inquietanti. Su sedici settori produttivi, solo tre hanno messo a segno andamenti positivi, per tutti gli altri i dati sono in rosso. Il settore auto va a picco. E ciò accade dopo che nel terzo trimestre 2018 si era registrato un calo del Pil dello 0,1%. E il vicepremier Di Maio parla di "prossimo boom economico". Ma su che basi?

    • CONCORRENZA SLEALE

    Fincantieri danneggiata direttamente dall'Ue

    Fincantieri, avviata dopo due anni di penose trattative con Parigi ad acquisire i Chantiers de l'Atlantique (ex STX) falliti. Ma si trova di fronte all'opposizione di un rivale inaspettato: l'Unione Europea. Sollevando dubbi sulla concorrenza, che fino a poco fa non c'erano. C'è il più che fondato sospetto che si tratti di una manovra politica.

    • DEMOGRAFIA ED ECONOMIA

    La Cina è destinata a crescere sempre meno

    Battuta di arresto nell'impetuosa crescita cinese. Un segnale da non sottovalutare: potrebbe essere un sintomo di una crisi di lungo periodo. Che ha una causa determinante: il calo demografico. Un problema che la Cina si è auto-inflitta con la politica del figlio unico. 

    • ECONOMIA

    La manovra del popolo: pochi vantaggi, tanta confusione

    Nella manovra faticosamente portata a casa a fine anno, ci sono sicuramente misure positive che riducono qualche imposta per le imprese, migliorano le agevolazioni per la maternità, aumentano le pensioni minime. Ma nel complesso si caratterizza negativamente per diversi motivi; soprattutto per garantire le misure-simbolo (reddito di cittadinanza e quota 100 per le pensioni) si è trovato i fondi con interventi che danneggiano il popolo.
    - APPALTI PUBBLICI DIRETTI, PORTA APERTA ALLA CORRUZIONE, di Ruben Razzante

    • GOVERNO DEL CAMBIAMENTO

    La Web Tax colpisce gli editori che pagano due volte

    La Web tax è la nuova imposta sui servizi digitali che verrà introdotta con la legge di bilancio 2019. Concepita per i colossi del Web che non pagano le tasse in Italia, va a colpire tutte le aziende che operano con loro. Fra cui gli editori, che pagheranno due volte: Web Tax e tasse italiane

    • INTERNET

    Il Gdpr non basta: la privacy è sempre a rischio

    A causa di bug o di politiche senza scrupoli, i nostri dati personali vengono raccolti a nostra insaputa e sparsi dove nemmeno ci immaginiamo. Insomma, anche dopo la trattativa fra Ue e colossi del Web e l'a promulgazione del Gdpr, il regolamento sulla privacy, siamo vulnerabili