• EMERGENZA

    Islam, la segregazione degli occidentali a casa loro

    A Napoli gli islamici pregano in piazza del Plebiscito. Intanto emergono le drammatiche storie di ordinaria violenza sulle donne che mostrano un apartheid islamico: la segregazione degli occidentali a casa loro. In nome di Allah e della sharia'h vengono violati i diritti umani. 

    • LAICISMI

    No Cristo, no amore

    Le accuse che il laicismo rivolge alla Chiesa sono sempre le stesse da decenni e si riassumono nella pretesa di poter vivere l'amore negando il fatto dell'Incarnazione, Dio che si è fatto uomo. Un vecchio errore che si perpetua.

    • DIPLOMAZIA

    Trump prova il colpo gobbo in Corea

    Stop al programma nucleare di Pyongyang in cambio di investimenti miliardari americani: la strategia del presidente americano punta a sfilare la Corea del Nord dall'rea di influenza cinese. Se riuscisse sarebbe un colpo magistrale degno del Nobel per la Pace.

    • ABORTO

    Irlanda, il Popolo della Vita non si arrende

    Tra una settimana esatta un referendum potrebbe introdurre l'aborto in Irlanda: tutti i partiti lo vogliono, tutti i media sono a favore. E l'opposizione della gerarchia ecclesiastica è debole. Solo un piccolo popolo resiste e lotta per sovvertire il pronostico. Sono anche quelli che fanno rivivere l'antico spirito irlandese.

    • TERRORISMO

    Famiglie suicide, ultimo orrore del jihad

    Il 13 e 14 Maggio 2018 segnano una data da ricordare. Sono i giorni degli attentati coordinati contro le chiese cristiane in Indonesia, la nascita di un fenomeno nuovo: le ''famiglie kamikaze''. Per compiere gli attentati, infatti, i terroristi hanno usato non solo se stessi ma anche i propri figli.

    • IL CONVEGNO

    L'Humanae Vitae spiegata da chi la vuole smantellare

    Vicariato di Roma e Camillianum insieme per un convegno sui 50 anni dell'Humanae Vitae. In cui a parlare saranno i personalità cattoliche di indubbia ortodossia tra cui Elio Sgreccia e altre, sempre in ambito culturale cattolico, il cui profilo presenta forti criticità dottrinali. 

    • L'ANALISI

    Alfie, il paradosso di una morte senza autori

    L'impossibilità di conoscere le cause vere della morte di Alfie Evans impedisce di accertare le reali responsabilità di medici e giudici. Anche se una cosa è chiara: si è agito contro la legge, che vieta l'eutanasia.

    • LA RISPOSTA

    Intercomunione, il card. Kasper trucca le carte

    In una intervista a Vatican Insider, il cardinale Kasper rilancia la posizione dei vescovi tedeschi favorevoli all'intercomunione con i protestanti. Cita un documento conciliare e due documenti di Giovanni Paolo II. Ma guarda caso, quelle di Kasper sono citazioni forzate e stravolte nel significato.

    • SANA LAICITA'

    Un briciolo di timor di Dio torna a Surriento

    Il sindaco di Sorrento ha detto no a una unione civile nella location dei chiostri di San Francesco per non essere irrispettoso verso la fede cristiana. Ora è sotto attacco delle "milizie" Lgbt. Non sarà un eroe, ma ha mostrato da laico un briciolo di quel timor di Dio ormai abbandonato da tanti preti che in chiesa ospitano di tutto. Coppie gay comprese. 

    • IL CASO

    Alfie, contro la congiura del silenzio

    Dalle ultime ore di Alfie agli interventi delle autorità fino ai funerali blindati, sembra che il Potere sia più che mai unito nel far calare il silenzio sulla vicenda di Alfie. Che però non riguarda solo il destino di un bambino, ma tutti noi.

    • IL CASO

    Luxuria, la Comunione di Ancona e il diritto del più forte

    Ad Ancona i fedeli protestano inascoltati perché è stato proibito loro il diritto di ricevere la Comunione in bocca e il vescovo fa finta di niente. A Luxuria invece la Comunione non è negata tanto che si vanta: "E' un mio diritto". Ecco come la legge del più forte domina anche nella Chiesa.

    • LETTERA DAI FEDELI

    Appello di centinaia: «Grazie don Gabriele, ora suonino le campane per Alfie»

    Una lettera/appello di centinaia di firme da sottoscrivere: «La presenza di don Gabriele vicino ad Alfie ci conforta. Desideriamo sacerdoti che, consapevoli della loro paternità e vocazione, non ci abbandonino di fronte al male e nell’ora della morte. Chiediamo di far suonare le campane per il piccolo, certi che ci sono ancora molti sacerdoti capaci di gridare al mondo lo scandalo dell’Amore.

    [ENGLISH VERSION] - A letter/appeal to be signed: "The presence of Don Gabriele near Alfie comforts us. We need priests who, aware of their paternity and vocation, do not abandon us before evil and in the hour of death. We ask to ring the church bells for the baby during his funeral, certain that there are still many priests capable of shouting to the world the scandal of love".