• IL RAPPORTO CENSIS

    Single, la solitudine certifica l'autopsia sulla famiglia

    Lo chiamano Rapporto 2018, ma in realtà l’ultimo documento diffuso dal Censis ha più il sapore di un referto autoptico. Matrimoni in calo del 17%, single a quota 5 milioni. Ma il problema non è solo economico. E' una fotografia impietosa sulla solitudine che evidenzia la sfiducia nel futuro e l'assenza di qualunque dimensione spirtuale. 

    • "Salviamo James"

    Il bimbo costretto a fare la femmina e l'outing del Nyt

    “Save James” è il motto di chi si è unito alla battaglia per salvare un bambino, non da una malattia o da uno Stato che vuole decidere della sua morte, ma da un’ideologia che mira a bombardarlo di ormoni affinché appaia femmina come vuole la madre. Nello stesso tempo sul New York Times un uomo che si sente donna, ammette: «Gli ormoni e l'intervento chirurgico fanno solo peggio. Ma rivendico il diritto di stare male». 

    • A PAN DI BUONISMO

    "Omosessuale adotta Down": mai inganno fu così riuscito

    Per sdoganare l’omogenitorialità basta una storia piena di buoni sentimenti come quella di Luca che adotta la bambina down. Gli ingredienti per rendere inattaccabile la scelta ci sono tutti e chi osasse muovere una critica verrebbe incriminato dei seguenti psicoreati: omofobia, discriminazione, mancanza di pietà...Resta il fatto che un minore ha bisogno di un padre e una madre e resta quello che disse la Congregazione per la Dottrina della Fede. 

    • COMING OUT

    Poliamore, la nuova frontiera sentimentale ci entra in casa

    L'attore e ballerino americano Frankie Grande annuncia su Instagram il suo menage a tre con una coppia gay. È solo il primo testimonial di una nuova tendenza promossa dallo star system, logica conseguenza dell'accettazione del "love is love" che domina la nostra cultura. Se è il sentimento amoroso a fondare la famiglia, come opporsi all’ipotesi che esso possa interessare anche più di due persone?

    • IL LIBRO

    Il sesso sicuro e la professoressa Paoli, vittima dell'ideologia

    Una professoressa alle prese con l'ennesimo opuscolo gender distribuito in classe e le accuse dei suoi colleghi che arrivano a isolarla. Il libro di Francesco Pieri Ore 10: Educazione alla Salute specchio di una società e di una scuola ormai corrotte. 

    • COSTANZA MIRIANO

    Matrimonio, la strada che ti porta a Cristo

    La Giornata della Bussola, Milano 21 ottobre 2018. Intervista a Costanza Miriano sul matrimonio come via alla santità.

    • ROSANNA BRICHETTI MESSORI

    Sposati in Cristo, il dono della castità

    La Giornata della Bussola, Milano 21 ottobre 2018. Intervista a Rosanna Brichetti Messori, autrice del libro "Una fede in due. La mia vita con Vittorio".

    • LA SENTENZA

    Coppie gay in corto circuito con il doppio cognome

    La sentenza della Corte Costituzionale che esclude l'uso del doppio cognome per le coppie gay mette in evidenza il caos giuridico e i conflitti tra legge e giudici causati dalla legittimazione delle unioni civili. Un esempio degli assurdi a cui portano certe rivendicazioni ideologiche.

    • LA PETIZIONE

    “Punite l'ambasciatore Lgbt che ha violato le legge"

    “Trasferite quell’ambasciatore”. Parte dall’Occidentale l’appello al ministro degli Esteri ad affrontare risolutamente il caso dell’ambasciatore italiano in Spagna che ha usato la sede dell'ambasciata per una cerimonia di “nozze” gay tra due militanti spagnoli. Il timore è che la cosa cada nel vuoto per non disturbare il governo. 

    • IL REFERENDUM FALLITO

    Lezione rumena: la politica inquina le battaglie pro family

    La politicizzazione del referendum sulla famiglia da parte del controverso leader socialista Dragnea, ha provocato il fallimento del quesito pro family in Romania: divorziato e riaccompagnato, con pesanti accuse di corruzione, ha polarizzato lo scontro. Questo dimostra quanto sia necessario continuare ad operare ad un livello antropologico, contaminando la politica, ma senza confondersi con essa.

    • RIVOLI (TO)

    Film omo al cinema salesiano Ma se critichi, dividi la Chiesa

    A Rivoli il cinema dei Salesiani proietta il film di Guadagnino Chiamami col tuo nome. Pellicola moralemente inaccettabile per ogni cattolico perché racconta in maniera anche sconcia di rapporti pederasti, ma che i gestori invece giustificano senza però motivare alcunché. E se si prova a criticare la decisione, ecco che si viene accusati di "dividere" e "di voler giudicare". Un'arroganza che farebbe impallidire don Bosco e mostra a che punto si sta riuscendo a normalizzare l'omoeresia. 

    • ROMA

    Adozioni, la procura si allea con ragione e buon senso

    Nell’aprile scorso l’anagrafe di Roma aveva riconosciuto, come figlia legittima di due padri, una bambina avuta tramite la pratica dell’utero in affitto. La procura di Roma ha presentato ricorso al tribunale civile contro il Campidoglio per essersi inventata la bigenitorialità omosessuale. Per tre buone ragioni. Eccole.