a cura di Riccardo Cascioli
  • Hong Kong

Inaugurato a Hong Kong il primo cimitero per bambini non nati

 A Hong Kong l’11 aprile è stato inaugurato il primo cimitero pubblico per la sepoltura di feti al di sotto delle 24 settimane di sviluppo, finora classificati come rifiuti clinici e smaltiti nelle discariche. Il cimitero è stato chiamato “Giardino dell’amore per sempre”. La nuova struttura – spiega l’agenzia AsiaNews – è circondata da fiori e ha spazio per accogliere 300 feti, supporti per fiori e cartelli, oltre ad un muro per le targhe commemorative. Sono offerti anche servizi funebri gratuiti”. Il governo ne ha deciso la costruzione per rispondere a una crescente richiesta da parte di genitori desiderosi di conservare in  maniera dignitosa i resti dei figli non nati: “comprendiamo – ha detto il giorno dell’apertura il responsabile del Dipartimento per l’Igiene alimentare e ambientale – le preoccupazioni e le ansie dei genitori che potrebbero incontrare difficoltà nell’organizzare una sepoltura o cremazione adeguata”. Finora infatti esistevano solo due centri di sepoltura  privati, uno riservato ai cattolici e uno ai residenti di etnia cinese. Secondo uno studio effettuato dal College of Family Physicians, a Hong Kong si verificano moltissimi aborti spontanei. Ad aggravare il fenomeno contribuiscono la tendenza a rimandare il matrimonio e quindi ad avere figli sempre più tardi, gli stili di vita stressanti e l’inquinamento ambientale.