• Emilia Romagna

Petizione a favore di una legge regionale contro la libertà di parola

In Emilia Romagna il progetto di legge contro la cosiddetta omofobia è ormai congelato perché, per fortuna, alcune realtà cattoliche si sono mosse per ostacolarlo. Ovviamente le associazioni gay non sono state a guardare e così una di queste, l’associazione il Cassero, ha lanciato una petizione on line dal titolo “No all'odio contro le persone Lgbti: vogliamo la legge” per raccogliere firme a sostegno di questo progetto di legge.

Si legge nella petizione: «Il testo nasce dalla collaborazione tra comuni e associazioni del territorio emiliano-romagnolo e dal confronto con le esigenze reali della comunità. È un primo passo verso una Regione più inclusiva, che rischia, tuttavia, di cadere nel vuoto a causa di forze reazionarie che rivendicano il diritto a discriminare. Ma noi non ci arrendiamo, perché sono in gioco le nostre vite. Per questa ragione, abbiamo intenzione di depositare la petizione al Consiglio Regionale della Regione Emilia-Romagna proprio la mattina del 28 giugno, a 50 anni dai moti di liberazione di Stonewall e anniversario della presa del Cassero di Bologna, primo spazio che un’amministrazione pubblica ha assegnato alla comunità Lgbti in Italia».

Le leggi contro l’ “omofobia” in realtà si sostanziano in tentativi per silenziare chi non la pensa come gli attivisti gay, sono quindi leggi contro la libertà di pensiero e di culto, leggi che vogliono discriminare i dissenzienti.

http://gaynews.it/attualità/item/2140-emilia-romagna-cassero-petizione-online-pprovazione-del-pdl-regionale-omotransfobia-lgbt.html