a cura di Benedetta Frigerio
  • Sri Lanka

Una chiesa metodista è stata attaccata la domenica delle Palme nello Sri Lanka

La domenica delle Palme, nello Sri Lanka, circa 25 giovani hanno attaccato una chiesa metodista nel distretto di Anuradhapura. Prima hanno tentato di impedire al vescovo anglicano Asiri Perera di entrare nell’edificio. Poi hanno lanciato pietre e petardi contro la chiesa per tutta la durata del servizio religioso. Di fatto il vescovo, 12 fedeli e il Pastore della chiesa sono stati sequestrati perché gli aggressori hanno bloccato l’ingresso della chiesa dall’esterno. Quando se ne sono resi conto, i fedeli hanno chiamato la polizia e solo al suo arrivo se ne sono potuti andare, scortati dagli agenti. Il vescovo Perera sostiene che il centro religioso di recente è stato attaccato più volte. Preoccupato per la gravità dell’attacco, si è rivolto al capo dello stato, al primo ministro, al leader dell’opposizione e alle forze di polizia per chiedere che la legge sia fatta rispettare: “ci diano protezione – ha detto nel denunciare il fatto all’agenzia AsiaNews – e assicurino il nostro diritto alla libertà religiosa, garantito dalla Costituzione. Questi incidenti sono ben noti alle massime autorità perché le abbiamo informate in passato e abbiamo anche sporto denuncia alla polizia”. I fedeli sono impauriti e affranti, ha aggiunto: “Essi non hanno un luogo per pregare, né per celebrare il Triduo pasquale. Preghiamo tutti affinché Dio dia loro coraggio e li mantenga saldi di fronte alla persecuzione”.